Requisiti del locale e delle attrezzature per macelleria

Il locale della macelleria in cui si effettua esposizione e vendita deve essere strutturato in modo da permettere una adeguata pulizia, disinfezione e manutenzione dello stesso ed in particolare vanno rispettati alcuni accorgimenti sia per quanto riguarda l’ambiente che le attrezzature della macelleria:  I pavimenti devono essere realizzati in materiale facilmente lavabile e disinfettabile. Si precisa che l’utilizzo della segatura come materiale antiscivolo è assolutamente da evitare. Le pareti devono essere rivestite/realizzate in materiale facilmente lavabile e disinfettabile fino all’altezza di almeno 2 m, misurata a partire dal piano di calpestio. Gli intonaci delle pareti e dei soffitti dovranno essere integri al fine di evitare la caduta di polveri, calcinacci, pitture rovinate sui prodotti alimentari. Servizio igienico provvisto di anti-wc dedicato al personale, rispondente alle normative vigenti.

arredamento macelleria
Inoltre deve essere dotato delle seguenti attrezzature per la macelleria:  Vetrine espositive refrigerate dotate di adeguata protezione dal contatto con il pubblico e provviste di separatori per le carni rosse, bianche, preparazioni a base di carne, carni preconfezionate all’origine ed eventuali salumi. Macchina affettatrice professionale diversificata per carni e salumi. Qualora venisse utilizzata la stessa affettatrice per i diversi prodotti, sarà cura del personale provvedere alla previa pulitura della stessa. Piani di lavoro in materiale liscio, facilmente lavabile e disinfettabile con attrezzature separate per le carni rosse e bianche (coltellerie e piani di taglio). Si consiglia l’utilizzo di coltelli professionali con manici di colore diverso destinati rispettivamente alle carni rosse e bianche. Acquaio dotato di acqua calda e fredda con comando di erogazione non manuale (a pedale o fotocellula) da collocarsi nelle immediate vicinanze del banco da taglio e munito di distributore di sapone liquido e asciugamani monouso. Lo scarico dello stesso dovrà essere del tipo sifonato e collegato alla rete fognaria dell’edificio. Armadietto a doppio scomparto e/o vano, destinato agli indumenti del personale realizzati in materiale lavabile e disinfettabile. Armadietto e/o vano ove detenere tutta l’attrezzatura utilizzata per le pulizie (detergenti, disinfettanti, scope, strofinacci, ecc.). Dispositivi antinsetti alle aperture, compresa la porta d’ingresso, quali reti a fitte maglie, tende o sistemi di elettrocuzione. Vassoi in materiale lavabile e disinfettabile ove riporre tutta la coltelleria durante le fasi di lavorazione o in quelle successive alla pulizia o in alternativa sterilizzatore a caldo. Contenitori chiudibili in materiale lavabile e disinfettabile destinati a contenere gli scarti delle lavorazioni, identificati mediante una striscia verde di altezza non inferiore ai 15 cm, riportante la seguente dicitura “Sottoprodotti di Categoria 3”. Contenitore chiudibile con sistema a pedale destinato ai rifiuti. Tutte le attrezzature (scaffalature, pedane retrobanco, armadietti vari, gancere, supporti piani di lavoro, ecc.) dovranno essere realizzati in materiale facilmente lavabile e disinfettabile. Materiale di confezionamento (vaschette dei preincarti, film plastico, carta alimentare, borse di plastica, ecc.) dovrá essere riposto in maniera igienicamente idonea in contenitori e/o vani chiusi, fatto salvo per quanto riguarda un minimo quantitativo dello stesso per il pronto utilizzo.

Scrivi un commento