La corretta pulizia della cucina delle pizzerie e delle attrezzature professionali

La corretta pulizia della cucina delle pizzerie e delle attrezzature professionali

La cucina di pizzerie e ristoranti è uno di quei locali in cui la pulizia deve sempre essere assicurata per garantire la sicurezza alimentare per i clienti e la salubrità dell’ambiente per il personale che vi lavora. L’arredamento e le attrezzature per la ristorazione che si possono trovare all’interno di una cucina pizzeria, sicuramente varieranno rispetto alle cucine professionali di altre pizzerie o ristoranti, ma esistono delle regole generali che valgono per tutti i tipi di locali in cui avviene la preparazione di cibi e bevande.

Forno professionale Innanzitutto bisogna pensare che la pulizia costante di una cucina per pizzeria ha l’obiettivo di eliminare batteri ed altro tipo di sporco, per ridurre i rischi di contaminazione e conservare il locale il più possibile sterile, di eliminare residui di agenti chimici o di detergenti e di mantenere l’ambiente ordinato e con un estetica piacevole per chi vi lavora.
In generale poi bisogna essere accorti a non lasciare mai detergenti aperti che potrebbero causare  corrosione o contaminazione dell’aria, non utilizzare spugne e saponi abrasivi (in particolare sull’arredamento inox delle cucine professionali), cercare di utilizzare, se possibile, dei prodotti naturali e solo in seconda battuta prodotti chimici, ricordarsi di sciacquare abbondantemente dopo aver pulito l’interno delle attrezzature per pizzeria (come ad esempio armadi frigo o forni pizzeria), e infine a non usare mai candeggina, acetone ed ammoniaca.
Per quanto riguarda la pulizia dei piani di appoggio e delle macchine alimentari in acciaio inox presenti nella cucina della pizzeria, è sufficiente utilizzare dell’acqua saponata ed un panno morbido, in casi estremi si può anche ricorrere a degli appositi detergenti in commercio, ma occorre fare attenzione che siano idonei per quel tipo di superficie; i più meticolosi dovrebbero decidere di provare il prodotto prima su una zona nascosta della superficie.
Per i piani in laminato della cucina della pizzeria basta utilizzare un panno e del detergente per vetri, mentre il calcare può essere rimosso con acqua calda ed aceto.

Discorso a parte meritano due tra le attrezzature per pizzerie e ristoranti più importanti all’interno delle cucine industriali: i forni pizzeria e le cappe aspiranti. Cappe aspiranti pizzeriaPer la pulizia di queste ultime si può procedere ogni due settimane usando un panno ed un detergente neutro, adatto sia per la parte esterna che quella interna. Bisogna ricordarsi che si deve evitare l’utilizzo di alcol e che i filtri non devono essere puliti, poiché si procederà alla loro sostituzione periodicamente, in fase di manutenzione.
Anche l’interno dei forni professionali può essere mantenuto in buono stato semplicemente con un panno ed un detergente neutro, ma è necessario fare attenzione a risciacquare abbondantemente, per evitare eventuali contaminazioni, e quindi ad asciugare con un panno morbido. Alcune manopole di controllo possono essere rimosse per permettere la pulizia della superficie sottostante, ma, al termine, è importante riposizionarle al posto giusto e correttamente orientate.
Rispettando questi accorgimenti e seguendo il buon senso, le cucine di pizzerie, ristoranti ed alberghi, risulteranno sempre in ordine ed in buono stato; questo servirà a garantire, oltre all’igiene alimentare, anche una lunga durata nel tempo delle attrezzature per la ristorazione.

Scrivi un commento