I vantaggi delle cucine professionali a induzione

Questa tecnologia innovativa della cottura professionale, tramite la generazione di un campo elettromagnetico, si è tradotta in un miglioramento delle prestazioni, una riduzione dei consumi, una totale assenza di dispersione di calore, ed un aumento della sicurezza in cucina. È sufficiente pensare che i piani cottura ad induzione sfruttano al massimo l’energia assorbita con un rendimento del 90% mentre le tradizionali cucine a gas usate nella maggior parte delle cucine dei ristoranti, per loro natura, rendono solo il 40-60% disperdendo circa la metà dell’energia nell’ambiente. Il principio di trasmissione del calore si può spiegare così: quando si posa un recipiente metallico ferroso sulla piastra, un induttore elettrico sottostante crea un campo magnetico al suo interno. Il campo elettromagnetico che dà luogo al riscaldamento della zona di cottura infatti, si origina solo a contatto con il recipiente e si mantiene circoscritto alla superficie dello stesso; questo consente di mantenere fredda la superficie del piano attorno alla zona di cottura in funzione garantendo una maggiore sicurezza.

cucine industriali
Numerosi sono i vantaggi delle cucine professionali ad induzione, per questo molti chef stanno decidendo sempre più spesso di adottare tali macchine alimentari.
Sicurezza: non ci sono fiamme, il calore infatti è sprigionato dal campo magnetico e solo a partire dal diametro della pentola entro cui si vuole cucinare. Non si rischia quindi di scottarsi toccando la piastra vicino al bordo.

Pulizia: non essendo calda la piastra vicino al bordo delle pentole, non si formano incrostazioni dovute all’accidentale fuoriuscita di liquidi.
Design: per chi ama lo stile moderno e minimalista, le cucine ad induzione sono bellissime, lineari, lisce, nere, con tasti digitali.
Velocità nel riscaldare i cibi: ad esempio per una normale pasta, il tempo per portare ad ebollizione l’acqua praticamente si dimezza (dipende ovviamente dalla potenza usata).
Assenza del pericolo di fughe di gas: utilizzando solo energia elettrica, non è necessario fare nella stanza i due fori perimetrali altrimenti obbligatori per legge, che rappresentano un problema termico e acustico.
Controllo: molto preciso della variazione di temperatura della pentola (tramite display digitali): si può bloccare l’ebollizione, mantenere un fuoco molto basso o molto alto, con una precisione molto elevata che non si può ottenere con il tradizionale fornello a gas.
Costo di utilizzo: non superiore a quello a gas, l’energia elettrica costa di più, ma la cucina ad induzione entra in funzione solo quando serve, i tempi di utilizzo sono inferiori e il rendimento è del 90%.
Omogeneità del calore: evitando che i cibi attacchino subito al fondo, si possono quindi ridurre i condimenti e i grassi, i cibi mantengono un aspetto migliore.

Alla luce di quanto detto, si capisce perché questo tipo di macchie alimentari si stanno diffondendo sempre più all’interno delle cucine dei ristoranti.

Scrivi un commento